Fashion bottle per soft drink

La consapevolezza che il packaging abbia un valore, in termini di marketing, assai superiore a quello di mera confezione, ha generato collaborazioni e sperimentazioni di cobranding capaci di creare effetti crossover tra settori molto diversi.

Il segmento dei soft drink, in continuo rinnovamento, ha realizzato una serie di interventi di riposizionamento delle bevande partendo dal packaging, con l’obiettivo di rafforzare l’identità di marca e di suggerire un appeal maggiore per i propri prodotti.

Per lo sbarco oltreoceano Tassoni si rinnova

Un programma di comunicazione, d’identità d’impresa e una continua evoluzione all’interno del sofi sticato contesto internazionale, sono gli obiettivi di Tassoni. Il brand interessato a introdurre la celebre bevanda a base di cedro negli Stati Uniti ha creato un’immagine premium dedicata esclusivamente al nuovo mercato, capace di veicolare il fascino del prodotto. L’agenzia Carrè Noir ha lavorato sulla storia del marchio e sull’esaltazione della materia prima, per evocare sensazioni di freschezza e benessere. Il nuovo mood, rivolto a un target giovane, è stato presentato con l’obiettivo di sperimentare l’evoluzione comunicativa e grafica del marchio oltreoceano.

Il giallo brillante e la bottiglietta in vetro sono i protagonisti del cluster; lo scatto still life in scala uno a uno crea continuità tra la bottiglia e la sua immagine, nella parte bassa della confezione in cartone, invece, la rappresentazione mimetica dei cedri, rinvia con grande immediatezza agli aromi naturali. La denominazione Cedrata, che non compare sulle confezioni italiane, è caratterizzata da una doppia outline dal gusto retrò, associata a una breve descrizione “Italian Citron Soft Drink”. Su un campo tondo, tono su tono, è riportata la data di fondazione dell’azienda, 1973. Il prodotto sul retro è associato a una foto d’epoca del Lago di Garda. Ogni bottiglietta è vestita inoltre con una sleever che riporta in verde il marchio, la denominazione e le informazioni per la vendita. La veste iconica e grafi ca, creata da Carré Noir, particolarmente accattivante e riconoscibile, utilizza un tono onesto e concreto per proporre Tassoni come nuovo simbolo del made in Italy.

Nuova bottiglia per Pepsi next

Il brand PespiCo ha progettato, invece, il rifacimento del design delle bottiglie monoporzione di tutte le referenze a portafoglio. La sostituzione degli imballi nei differenti mercati dovrebbe andare a regime in circa due anni. Le nuove bottiglie da 16- e 20-once dotate di presa a spirale e rinnovate nella grafi ca sono disponibili a scaffale da aprile 2013. «Per il brand Pepsi, abbiamo iniziato dalle bottigliette monodose perché è il pack che si tiene in mano mentre si beve – ha spiegato Angelique Krembs, vicepresidente, marketing, Pepsi. – La strategia di lungo periodo è che il nuovo design sia esteso anche al di là del packaging».

Six fruit drink

Un’altra sperimentazione, determinata dalla necessità, per i soft drink, di acquisire valore aggiunto definito dall’immagine estetica, ha condotto il produttore dei drink di frutta Six alla ricerca di un immagine di forte impatto. Per questo il numero sei campeggia sulla bottiglia cilindrica, veicolando con l’iterazione del pattern l’identità di marchio, all’interno del numero ricompare la denominazione SIX e il gusto, limone, fragola, melone.La confezione ha costruito per le bevande un grande impatto iconico, aumentandone l’alone comunicativo e definendo con chiarezza un’identità di marca ricca di charme.

Design accattivante per Baladin

L’evoluzione del mercato ha condotto il marchio Baladin, a diversificare i suoi soft drink utilizzando immagini accattivanti e una grafi ca capace di evocare la storicità del marchio. Le caratteristiche dell’identità visuale e comunicativa delle bottiglie riassumono il pensiero e l’articolata storia d’impresa del brand. L’azienda, specializzata in prodotti naturali, ha creato, grazie a Teo Musso, una gamma di bevande realizzate utilizzando ricette tradizionali e i migliori ingredienti per riproporre antichi sapori; i gusti comprendono cola, spuma chiara, spuma scura, ginger, gazzosa e cedrata.

La grafica, chiara ed elegante, valorizza la riscoperta di bibite storiche italiane, prodotte senza conservanti né coloranti e garantisce una definizione di grande qualità. La Cola ad esempio è prodotta con noci di Cola del presidio Slow Food della Sierra Leone. Per questo si presenta con un inusuale colore rosso cupo, evocato dall’etichetta. Per la Spuma Nera, invece, la base agrumata del chinotto è stata arricchita dalla scorza di rabarbaro e da un infuso di scorza d’arancia. Il packaging di vetro comunica efficacemente l’unicità delle ricette proposte.


Packaging vintage per Paoletti

Anche il rapporto tra l’azienda marchigiana Paoletti e il mondo del design si è consolidato nell’ambito dei soft drink, con la progettazione del packaging delle sue bibite. Le bottiglie, vintage e accattivanti, sono state realizzate in versioni diverse, in relazioni ai sapori proposti, per soddisfare la richiesta di un pubblico che vive gli anni cinquanta e la veste d’antan come lifestyle.

Continua …

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here