Il PET che ha la stessa dignità estetica del vetro

P.E.T. Engineering riferisce della vivace attività all’interno del proprio stand durante il Drinktec, che si è tenuto dal 16 al 20 Settembre a Monaco, registrando un’affluenza del 125% superiore rispetto alla precedente edizione. Questo importante risultato è stato possibile grazie  ai progetti ultra-light presentati, sviluppati con il supporto di Husky Injection Molding Systems e Novapet.

Con le proposte per il canale HO.RE.CA., soffiate con Glasstar di Novapet, P.E.T. Engineering ha dimostrato che il PET ha la stessa dignità estetica del vetro e che può trovare applicazione anche per prodotti premium.

Evolight, nel formato da 0.5l e 1.5l, ha calamitato l’attenzione del pubblico grazie ad un peso record e alle ottime performance meccaniche. La bottiglia nel formato da mezzo litro, dal peso di soli 7.5g, è infatti in grado di garantire un top load superiore ai 200 N, che aumenta del 30% nel caso di riempimento con azoto.

La litro e mezzo è la soluzione ideale per gli imbottigliatori che desiderano potenziare la propria brand identity attraverso una bottiglia che può essere utilizzata sia per prodotti piatti, nella versione da 18.9g, che per prodotti gasati, nella versione da 22.5g. La struttura innovativa, che alterna zone piatte a zone con rib, permette lo scarico controllato delle forze e garantisce buoni valori sia di top load assiale (240 N) che radiale, assicurando un’ottima versabilità.

Matthieu Tribot, Sales Director di P.E.T. Engineering, ha affermato che la fiera ha dato riscontri eccellenti, superando le più rosee aspettative. “I nostri ultimi sviluppi tecnici sono stati accolti con molto interesse dai nostri clienti, e dai possibili clienti del futuro, che hanno confermato che stiamo soddisfacendo le loro esigenze in termini di packaging eco-friendly, cost effective e di alta qualità”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here