Sincera Sistemi: l’eleganza inizia dalla capsula

Sincera Sistemi nasce nel 2009 raccogliendo la sfida di rendere la sigillatura delle bottiglie di vino con ceralacca – allora una nicchia e un lavoro per lo più manuale – più agevole, creando dei macchinari appositi. «Innovare un settore così legato al passato, come quello della sigillatura con ceralacca, si è dimostrata una sfida piuttosto intensa per Michele, Nicola, Mauro e Alberto, i quattro fondatori di Sincera Sistemi – spiega Michele Comparin, CEO e direttore commerciale Italia di Sincera SistemiNonostante lo scetticismo iniziale, la crescente popolarità della società ha dato luogo a un’inversione di tendenza, creando negli ultimi anni persino una vera e propria “moda”. Fin dall’inizio, la volontà di semplificare il lavoro dell’artigiano ha rappresentato un valido motivo per continuare la ricerca verso una soluzione che fosse sinonimo di qualità, innovazione ma che non si distaccasse completamente dalla tradizione secolare della sigillatura con ceralacca. La vera innovazione, al di là dei macchinari, è stata introdurre un prodotto più malleabile e sicuro come la gommalacca, che coniugasse qualità e resa migliori sulla bottiglia».

Dalla ceralacca alla gommalacca

La prima innovazione di Sincera Sistemi, dunque, è stata la sostituzione della ceralacca con la sua alternativa più moderna, la gommalacca. Si tratta di un materiale idoneo al contatto alimentare e si differenzia dalla sua parente tradizionale per consistenza più omogenea una volta sciolta, per temperatura di utilizzo nettamente inferiore, per morbidezza e malleabilità maggiori perché la gommalacca si taglia con un coltello. Quest’ultima caratteristica è indubbiamente un vantaggio al momento dell’apertura della bottiglia: la gommalacca si taglia come una normale capsula. La ceralacca, al contrario, andrebbe infranta. Inoltre, è molto più elastica e meno sensibile agli sbalzi di temperatura per cui, raffreddandosi, risulta meno prona al crepo. Tutte queste caratteristiche la rendono più idonea come sigillante per bottiglie della ceralacca, pur mantenendone l’aspetto “nobile”.

«La gommalacca offerta da Sincera Sistemi è frutto di anni di ricerca, esperimenti e migliorie e l’azienda offre oggi un prodotto dalla qualità indiscussa, in grado di rispondere alle esigenze dell’imbottigliamento moderno anche in termini di quantità». L’attività di ricerca e innovazione per migliorare costantemente la qualità della propria gommalacca è pane quotidiano in Sincera sistemi, anche se: «L’aspetto più difficile del nostro cammino aziendale per portare all’affermazione del prodotto non è stato tanto il raggiungere livelli qualitativi elevati, quanto piuttosto di natura psicologica ovvero cambiare la mentalità troppo legata alla tradizione di molti produttori, in particolare in Paesi per antonomasia legati alla tradizione come Francia, Spagna e Italia. Proprio per mantenere il livello raggiunto e assicurare costantemente il cliente in Sincera eseguiamo test in modo da offrire un prodotto che risponda alle diverse esigenze. Infatti, oggi non sono solo i produttori di vino ad usare il nostro sistema ma abbiamo clienti nel mondo dei birrifici, delle distillerie, degli acetifici e degli oleifici».

Dal lavoro manuale alla macchina adatta

Il procedimento di sigillatura con ceralacca è sempre stato fatto manualmente o con tecniche rudimentali e provvisorie. Per poter rispondere alle necessità del mercato moderno, però, non è stato solo sufficiente utilizzare un nuovo materiale – la gommalacca al posto della ceralacca – ma anche offrire un sistema che permettesse di rispondere alle richieste di quantità del mercato. Bisognava, cioè, creare un macchinario e traghettare la sigillatura da manuale a un metodo automatizzato. L’offerta di Sincera Sistemi, dunque, si compone non solo del materiale prezioso ma anche delle macchine per sigillare e questo ha portato il procedimento di sigillatura con gommalacca dall’essere quasi in disuso a una fruizione che registra una tendenza di crescita.

Attualmente Sincera Sistemi propone diverse soluzioni impiantistiche che ben si adattano alle capacità produttive dei clienti:

  • Sincera 1: macchina manuale, modello entry-level, ma non per la qualità dei materiali bensì nella produzione oraria, che si attesta su 100 bph. Proponiamo questo modello a tutta quella clientela interessata a semplificare i processi produttivi, ma che non ha richieste particolari in termini di numeri. SI tratta di aziende medio piccole o con produzioni limitate o non continuative. È il modello più venduto, perché piccolo, di qualità, che consente di lavorare bottiglie bordolesi o borgognotte da 0.75 a 5lt cambiando solo dei supporti.
  • Sincera 2: è il modello semiautomatico con una produttività media di circa 250 bph, che può essere una valida alternativa per chi ha produzioni medio grandi e non vuole impegnare un operatore per troppo tempo. La semplicità di utilizzo consente all’operatore di alleggerire il carico lavorativo giornaliero focalizzandosi sulla qualità generale del prodotto finito poiché essendo semiautomatico un pannello operatore touchscreen per la regolazione dei tempi del ciclo e tutto può essere preimpostato.
  • Sincera 4: è la macchina semiautomatica più grande perché consente ad un operatore di lavorare con 4 bottiglie alla volta, attestandosi su una produzione di circa 400 bph. I formati sono sempre 0.75 – 5L, anche se per le macchine semiautomatiche il 5 litri è optional in quanto raramente le aziende hanno grandi produzioni per i grandi formati.
  • Sincera SL14: la macchina automatica che grazie alla sua capacità produttiva è adatta ad essere posizionata lungo la linea di imbottigliamento. In base alle dimensioni delle bottiglie consente di sigillare 14 bottiglie per volta. La regolazione del ciclo produttivo viene eseguita tramite un pannello operatore touch-screen, così come l’impostazione delle dimensioni delle bottiglie, le ricette, le temperature ed i tempi di immersione e raffreddamento, garantendo quindi un risultato ottimale.
  • Sincera XL: la macchina manuale dedicata alle bottiglie over-size, dai 6 litri in su.

Gommalacca, perché?

Ma perché oggi incapsulare con gommalacca? Quella in gommalacca è indubbiamente una capsula molto “nobile” ed elegante. Il cliente che adotta la capsula di gommalacca fa una scelta consapevole poiché oltre a donare un maggior prestigio alle bottiglie, garantisce al consumatore finale un’apertura ottimale della capsula, senza residui o detriti sulla tavola. Vi sono anche questioni legate alla conservazione del vino. La capsula di gommalacca viene scelta anche per evitare una eventuale permeabilità all’ossigeno dei tappi con conseguente deterioramento del vino stesso. Oppure viene scelta per sigillare completamente le bottiglia prima dell’affinamento.

Gommalacca, per chi?

La clientela di Sincera Sistemi e quindi, per antonomasia, della sigillatura in gommalacca, è molto varia per provenienza geografica, posizionamento qualitativo del prodotto e dimensioni aziendali. Sincera Sistemi ha creato fin da subito un legame profondo con tutte le realtà di grande valore nel settore vino, ampliando negli anni il portfolio clienti anche a settori diversi quali birrifici, distillerie, acetifici e oleifici. Per quanto riguarda le dimensioni, Sincera Sistemi si rivolge al micro-produttore come ai grandi gruppi vitivinicoli da milioni di bottiglie per anno, seguendo una precisa logica di qualità e servizio calibrati sulle reali necessità dei clienti. «Per noi tutti i Clienti sono importanti. Perciò, cerchiamo di offrire un servizio ad hoc indipendentemente dalla grandezza dell’azienda» afferma Comparin.

Sigilli di ogni forma e colore

Dalla sua pagina web Sincera Sistemi offre un configuratore che permette di scegliere forma e colore del sigillo in relazione anche al colore (chiaro o scuro) e alla forma della bottiglia (bordolese, borgognotta, imperiale). «Il configuratore è di nuova creazione, proprio per dare la possibilità ai clienti di “giocare” con la gommalacca e stimolare in loro curiosità e creatività. Abbiamo raccolto le forme più esemplificative per settore di appartenenza vino/distillati ecc…, le quali attraverso un semplice percorso possono essere personalizzate con etichetta personale e tipologia di capsula e colore. Si tratta di un’operazione semplice, ma che nei clienti ha riscosso successo proprio perché rende immediatamente l’idea di un possibile risultato finale. In ogni caso, Sincera Sistemi si rende sempre disponibile a fornire campionature fisiche della gommalacca perché la resa grafica in video non sostituirà mai la prova eseguita dal cliente sulla bottiglia» spiega Comparin. Il grado di personalizzazione a cui si può arrivare è molto elevato. «Nel caso il cliente utilizzi un nostro macchinario, può creare diverse tipologie di capsula a seconda delle proprie esigenze. Ad esempio: goccia sopra il tappo, capsula corta, capsula obliqua, capsula molto lunga, capsula con goccia etc. Se invece il procedimento è completamente manuale, il cliente può scegliere la finitura più confacente alle sue scelte di packaging».

Dal punto di vista dei costi, come si pone questa soluzione rispetto a sistemi tradizionali? «Incapsulare le bottiglie con gommalacca è una scelta che impatta notevolmente sulla qualità del prodotto finito, sia esso una bottiglia di vino o un distillato di prestigio. A livello di costi, attualmente la gommalacca incide in modo più o meno uguale delle capsule in stagno, anche se le fluttuazioni di mercato e la crisi negli approvvigionamenti stanno causando un rialzo costante del prezzo, con un allungamento nelle date di consegna. Una differenza sostanziale risiede nella gestione degli ordini di acquisto, in quanto le capsule richiedono quantitativi minimi di ordine che non sempre ben si coniugano con le necessità delle aziende (spesso sono micro-realtà), mentre la gommalacca viene venduta a chilo, per cui le aziende acquistano solo la quantità necessaria per la produzione di un dato prodotto».

Made in Italy che affascina il mondo

Il mercato maggiore di Sincera Sistemi è un mercato nazionale ma negli ultimi anni si è visto un incremento notevole del segmento europeo ed extra europeo. «Il mercato europeo si posiziona molto bene poiché riusciamo ad arrivare fino nelle zone scandinave dove i distillati la fanno da padroni. Riuscendo a servire anche i clienti più esigenti dei distillati e delle birre, stiamo ottenendo ottimi risultati e nuovi clienti». Per quanto riguarda il territorio extra UE, Sincera Sistemi è presente in Nord America, Sud Africa, Sud America, Australia, Zona Caucasica e in generale in tutte le zone dove vi è produzione vinicola di maggior rilievo.  «I mercati emergenti del Sud America stanno vedendo un fermento interessante per la vinificazione di qualità con packaging ricercati e dal look nettamente europeo».

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

[recaptcha]
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here