Aceto Ponti cresce all’estero

Fonte: www.ponti.com

L’80% della quota di export della Ponti è garantito dall’aceto balsamico Igp, la restante parte si deve ad aceti di vino, verdure sottaceto e aceto di mele.

Oggi l’azienda esporta in 70 Paesi. Nel 2012 le esportazioni hanno raggiunto il 23 % dei ricavi totali con incrementi intorno al 3-4 % cento l’anno. Ponti vende all’estero con modalità diverse: in partnership con distributori, in rapporto diretto con la grande distribuzione o mediante un country manager.

In Italia Ponti è leader di mercato, con il 50 % di quote, nei segmenti di aceto di vino classico, aceto di mele, aceti di vino speciali e aceto balsamico; è invece seconda nel mercato delle verdure conservate sottolio e sottaceto ed ben posizionata anche nei segmenti insalate per riso e pasta e verdure in agrodolce.

La Ponti produce solo in Italia, dove ha 190 dipendenti e cinque stabilimenti in quattro poli produttivi: Ghemme (Novara) con acetificio, stabilimento delle conserve di verdure e magazzino centralizzato; Dosson di Casier (Treviso) con l’acetificio; Anagni (Frosinone) con un altro acetificio; a Vignola (Modena) con l’acetaia per il balsamico acquisita nel 1991.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Imbottigliamento © 2017 Tutti i diritti riservati