Mapei per il Birrificio Aldaris di Riga

La società Aldaris, storico marchio di fabbricazione di birra, è nata in Lettonia nel 1865 e attualmente fa parte del gruppo Carlsberg. Fin dal 2013 la società Aldaris, con sede a Riga, aveva la necessità di rinnovarsi sia per quanto riguarda il suo principale sito produttivo, sia per il suo “museo della birra”. Il progetto complessivo integrato, inoltre, prendeva in considerazione la realizzazione di ulteriori spazi fruibili dai visitatori quali il ristorante, alcune aree dedicate ad attività commerciali e specifici laboratori per la produzione di birre artigianali.

IMG_4293_1 2Mapei è stata considerata il punto di riferimento per la realizzazione delle pavimentazioni dell’area produttiva che sarebbe stata inglobata all’interno di un progetto contemporaneo più grande: sito dedicato non solo alla produzione della birra ma anche luogo interattivo per i visitatori che lì si fossero recati. Le attese da parte della Aldaris contemplavano una pavimentazione continua, con proprietà antiscivolo, resistente all’abrasione e agli urti provocati del continuo transito di muletti e carrelli e chimicamente resistente alle sostanze rilasciate dalla lavorazione delle materie prime, quotidianamente impiegate per la produzione della birra stessa.

Il rivestimento, inoltre, doveva assicurare le necessarie resistenze agli shock termici per frequenti lavaggi con acqua, con temperature intorno ai 100°- 120°C.

La soluzione

Considerate le richieste da parte del cliente finale Aldaris, la soluzione Mapei per la realizzazione della nuova pavimentazione del sito produttivo ha visto l’impiego del formulato tricomponente, a base di poliuretano-cemento, Mapefloor CPU/RT. Tale materiale rientra all’interno dei requisiti di igiene richiesti dalle normative sulla sicurezza alimentare dove si richiede l’impiego di specifici materiali per l’esecuzione dei rivestimenti nei locali di lavorazione e di confezionamento di alimenti e bevande.

L’attuazione delle direttive comunitarie che regolano e vigilano sulla sicurezza ambientale nel rispetto delle direttive in materia di HACCP e di sicurezza sul lavoro, infatti, prevede l’introduzione di norme igieniche sempre più severe e il rispetto di elevati standard prestazionali dei rivestimenti applicati negli ambienti industriali di carattere alimentare.

Mapefloor CPU/RT è stato applicato su una superficie di 470 m2 su un sottofondo in calcestruzzo di nuova realizzazione, preparato meccanicamente grazie al trattamento di pallinatura, seguito dall’esecuzione dei “tagli di aggancio”, specifiche scanalature da eseguire sulla superficie del calcestruzzo affinché il rivestimento finale di Mapefloor CPU/RT fosse assolutamente ben ancorato al sottofondo. La preparazione e la successiva applicazione di Mapefloor CPU/RT di colore grigio chiaro, ha visto impegnata una squadra di posa, specificatamente specializzata nell’applicazione di prodotti a base di poliuretano-cemento. La preparazione del materiale è avvenuta mediante miscelazione dei suoi tre componenti di con l’aggiunta di colorante in polvere Mapecolor CPU.  Immediatamente dopo la preparazione Mapefloor CPU/RT è stato opportunamente applicato sul sottofondo, mediante spatola metallica liscia, in modo da garantire la continuità della pavimentazione, con il suo effetto antisdrucciolo, nello spessore richiesto di 9 mm.

 

Mapefloor CPU/RT - Caratteristiche tecniche
E’ un formulato a base di cementi, aggregati selezionati e resina poliuretanica, secondo una formula sviluppata nei laboratori di ricerca Mapei. è conforme agli standard per l’utilizzo in ambienti alimentari. EN 1186, EN 13130 e prCENT/TS 14234, nonché al Decree of Consumer Goods che rappresentano la conversione delle direttive 89/109/EEC, 90/128/EEC e 2002/72/ec per contatti con generi alimentari. Mapefloor CPU/RT realizza rivestimenti continui di spessore compreso tra 6 e 9 mm caratterizzati da elevate resistenze chimiche nei confronti di acidi, basi, oli, grassi, soluzioni saline, idrocarburi, ecc. Applicato in 9 mm di spessore, è caratterizzato da ottima resistenza agli shock termici fino a +120°C dovuti, ad esempio, a lavaggi con vapore.

Mapefloor CPU RT A B C 33.3kg int copiaLe temperature di esercizio di rivestimento di Mapefloor CPU/RT in 9 mm di spessore variano da -40°C fino a +120°C, in ambiente asciutto, e fino a +100°C in ambiente umido. Grazie alle sue elevate resistenze meccaniche e all’abrasione, Mapefloor CPU/RT è idoneo per le pavimentazioni soggette a traffico pesante. Mapefloor CPU/RT realizza rivestimenti facili da pulire con finitura ruvida antiscivolo. È di colore grigio-neutro e deve essere pigmentato al momento della posa con Mapecolor CPU che è disponibile nei colori grigio, beige, rosso ossido, verde e ocra. La pavimentazione realizzata con Mapefloor CPU/RT può essere aperta al traffico pedonale dopo circa 8 ore a +20°C. Può essere sottoposta a leggero traffico veicolare dopo circa 24 ore a +20°C. Il prodotto sviluppa le massime resistenze in 4-5 giorni, con almeno +20°C, e comunque in funzione delle reali condizioni ambientali di cantiere.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here