La crescita di AB InBev continua e il consumatore è sempre al centro

Il Consiglio di Amministrazione di AB InBev ha approvato i risultati del secondo trimestre del 2021: il Gruppo continua a crescere, migliorando i livelli pre-pandemici. I volumi sono aumentati del 20,8%, mentre i ricavi del 27,6%: ciò ha determinato una crescita nei primi sei mesi dell’anno del 17% dei volumi e del 22,4% dei ricavi. Anche l’EBITDA normalizzato ha segnato un aumento record: +31% nel secondo trimestre e +22,1% per l’intero primo semestre.

«La coerente esecuzione della nostra strategia commerciale – incentrata su marchi vincenti, sviluppo della categoria e trasformazione digitale – ha fornito uno slancio continuo nel secondo trimestre con una crescita della top-line del 3,2%, superiore ai livelli pre-pandemia rispetto al secondo trimestre del 2019, anche alla luce dei continui impatti del COVID-19. Guardando al futuro, continueremo a lavorare sul nostro approccio che mette al centro clienti e consumatori per guidare la crescita e la creazione di valore», ha dichiarato Michel Doukeris, CEO di AB InBev.

In Europa AB InBev continua a creare valore grazie al suo portfolio di birre premium e superpremium, che rappresenta oltre il 50% dei ricavi e cresce a due cifre nel secondo trimestre del 2021. AB InBev si dice incoraggiata dalla forte riapertura del canale Horeca e dichiara di performare meglio della categoria nei suoi mercati chiave.

Anche nel mercato italiano AB InBev ha registrato ottimi livelli di crescita. Con una crescita a valore del 13,3%, si colloca infatti al terzo posto tra tutte le aziende del segmento dei beni di largo consumo. Tale risultato le vale il primo posto tra i marchi birrari. Dopo un eccellente primo trimestre, quindi, anche il secondo si chiude con ottimi risultati grazie a una strategia che ha puntato specialmente sui marchi premium e superpremium. Così, Ab InBev è riuscita a guadagnare in modo significativo quota di mercato sia a volume (+0,7%) sia a valore (+0,8%), grazie soprattutto alla crescita a doppia cifra dei brand Leffe, Corona e Tennent’s Super. [Dati Nielsen]

Corona e Leffe, in particolar modo, stanno attraendo un gran numero di consumatori. I due brand si caratterizzano per una fruizione in momenti specifici della giornata, particolarmente cari al consumatore italiano: rispettivamente aperitivo e pasti. Ciò determina risultati di vendite eccezionali per i due marchi: Corona si colloca al terzo posto per crescita percentuale a valore nei primi sei mesi del 2021; Leffe addirittura al primo. [Dati Nielsen]

«Risultati sensazionali quelli del primo semestre del 2021, che dimostrano la forza di AB Inbev anche sul mercato italiano. Ripaga la strategia della premiumization, puntando sulla qualità dei nostri prodotti: un aspetto, d’altronde, sempre più ricercato dagli italiani – ha dichiarato Arnaud Hanset, Country Director di AB InBev Italia. Dopo mesi difficili di chiusure, i locali finalmente hanno potuto riaccogliere i consumatori. Un momento decisivo per tutto il settore Horeca, che AB InBev non ha mai smesso di supportare. L’auspicio è che nei prossimi mesi questo trend continui, sempre in rispetto dei parametri di sicurezza che le istituzioni richiederanno».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here