L’artigianalità secondo il Birrificio Barley

L’idea di Nicola Perra e del suo socio Isidoro Mascia è sempre stata quella di seguire il solco degli stili birrari tradizionali rivisitati però in chiave personalistica. Per cui la blanche non è mai una vera blanche, il barley wine non è esattamente nello stile. «Le birre che faccio sono quelle che piacciono a me, e per fortuna piacciono anche agli altri».

Arrivo in tarda mattinata al birrificio Barley a Maracalogonis, un paese con poco meno di 8.000 abitanti nella provincia di Cagliari, in Sardegna. Probabilmente si fa più in fretta ad attraversarlo che a pronunciarne il nome. L’appuntamento con il mastro birraio Nicola Perra è per la mattinata, senza un’ora precisa. Lui e il socio, cognato e amico Isidoro Mascia, sarebbero stati nel nuovo stabilimento tutto il giorno. I compiti dei due erano definiti fin dall’inizio: Isidoro, commercialista, si fa carico dei “mal di testa amministrativi”. Nicola Perra, in una vita ormai remota Ingegnere idraulico, è invece la mente e il braccio della produzione in sala cotta.

IMG_6758Ci conosciamo bene con Nicola e il mio interesse per le birre artigianali si può dire possa aver avuto inizio durante una telefonata di quasi due ore avvenuta nel 2008. La ricordo bene. Iniziai quella conversazione con la sicurezza delle cose studiate in giro per la rete e terminai con diversi dubbi che mi portarono ad approfondire un argomento dalle mille sfaccettature. Dalle sue parole si intuiva la conoscenza delle dinamiche produttive che lo avrebbe portato a essere eletto l’anno seguente “Mastro birraio dell’anno”. Quella data e dicitura sono impresse sul collo di ognuna delle bottiglie dell’intera gamma, a ribadire che in ogni bottiglia Nicola ci mette la faccia. Ogni volta che arrivo in birrificio è un po’ come rinverdire quella conversazione. Cambiano semmai i presupposti di partenza. L’idea di Nicola Perra e del suo socio è sempre stata quella di seguire il solco degli stili birrari tradizionali rivisitati però in chiave personalistica. Per cui la blanche non è mai una vera blanche, il barley wine non è esattamente nello stile ma: «Le birre che faccio sono quelle che piacciono a me, e per fortuna piacciono anche agli altri».

Questione di alchimia

Una filosofia produttiva che può far storcere il naso agli esperti di marketing ma che finora gli ha dato ragione.

Vuoi continuare a leggere?

Se sei GIA’ abbonato accedi all’area riservata 

Se NON sei abbonato vai alla pagina degli abbonamenti

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Imbottigliamento © 2017 Tutti i diritti riservati