Dry hopping, che passione

Con un impianto 100%made in Italy, il Birrificio Indipendente Elav, a Comun Nuovo, in provincia di Bergamo, ha toccato quota 7.000 ettolitri. A distinguere le sue etichette è un impiego generoso del luppolo. Tra i prossimi traguardi una birra tutta italiana, con ingredienti coltivati nel territorio.

Ti infili in quella ragnatela di strade della Bergamasca ai cui lati si assiepano gli insediamenti di piccole imprese spina dorsale del Made in Italy e capisci perché le grandi industrie della birra hanno dovuto moltiplicare gli assortimenti lanciando specialità alle quali un tempo non avrebbero pensato, prese com’erano a far lavorare impianti di enorme capacità su prodotti standard, con etichette lager pressoché indistinguibili le une dalle altre.

ELAV 3551La domanda è in crescita

A fartelo capire, qui a ridosso dei campi che si stendono a perdita d’occhio intorno a Comun Nuovo, è uno dei più importanti birrifici italiani, “Il Birrificio Indipendente Elav“, che ha sfruttato ogni centimetro quadrato dello spazio a disposizione per montarvi sala di cottura, fermentatori, maturatori, linea d’imbottigliamento e quant’altro per soddisfare una domanda in continua crescita di etichette dalla spiccata personalità, tali da chiarire appunto perché intorno alla birra Italian style aumenti l’interesse a dispetto di consumi pressoché fermi sul versante dei volumi.

È evidente, infatti, che imprese come Elav, che ha chiuso il 2015 superando i 7.000 ettolitri (metà tra bottiglie e fusti), rispondono pienamente alla domanda di consumatori più accorti che preferiscono bere magari meno ma certamente meglio, senza rincorrere i record sul pro-capite che assillano la grande industria. Perché una cosa è certa, se il pro-capite fa fatica a risalire dai circa 29 litri significa che le centinaia di birrifici proprio alle grandi industrie hanno portato via clienti disposti anche a spendere cifre maggiori per prodotti dei quali riconoscono però la qualità superiore.

 

Vuoi continuare a leggere?

Se sei GIA’ abbonato accedi all’area riservata 

Se NON sei abbonato vai alla pagina degli abbonamenti

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Imbottigliamento © 2017 Tutti i diritti riservati