Santa Cassella: non solo sfuso in contrada

Santa Cassella è un’azienda agricola con un fortissimo legame con il proprio territorio. Un’attività vitivinicola in contrada Santa Cassella che ha radici storiche nelle Marche, sulle colline maceratesi di Potenza Picena che guardano al mare Adriatico, non distante dalla costa. La tenuta si trova nei pressi della villa settecentesca dei Buonaccorsi, di cui ancora oggi un ramo della famiglia detiene la proprietà dedicando questi terreni alla produzione di vino ma anche olio e frutta. Un’estensione di circa 70 ettari, di cui una trentina coltivati a vigneto, con uve bianche e rosse, da vitigni locali e internazionali.

A parlarcene, illustrando l’intera produzione di vini – un totale di 2.500 ettolitri, di cui 50.000 le bottiglie messe in vendita ogni anno – è il responsabile di cantina, Fabrizio Mancini, 40 anni appena compiuti, metà dei quali trascorsi a lavorare in cantina, dopo il diploma da perito chimico, e qui prima di lui, per una vita intera, suo padre, come fattore tuttofare.

L’azienda e i vigneti

«L’attività vitivinicola nei terreni qui attorno a Villa Buonaccorsi risale al 1700, ma è più propriamente attorno al 1970 che gli eredi dei conti avviarono un’azienda agricola con l’attuale moderno assetto – spiega il cantiniere, riferendo della proprietà di Giangaetano Micheli Gigotti e della famiglia Sgarbi –. In totale, la tenuta conta all’incirca 70 ettari di terreno: 30 ettari sono vitati, 25 ettari sono dedicati ai frutteti e il resto sono terreni seminativi o coltivati ad ortaggi. Per quanto riguarda i vitigni, abbiamo impiantato sia vitigni autoctoni che alcuni internazionali, in virtù della passione e competenza filo-francese di uno dei titolari. Abbiamo così vigne di Maceratino, Verdicchio, Sauvignon Blanc, Chardonnay (si dice che il nostro sia stato proprio il primo vitigno ad essere impiantato nelle Marche), Sangiovese, Montepulciano, Merlot, Cabernet-Sauvignon.»

Vuoi continuare a leggere?

Se sei GIA’ abbonato accedi all’area riservata 

Se NON sei abbonato vai alla pagina degli abbonamenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here