Barocco contemporaneo

Leggeri, sinuosi, ornamentali. Sono i fiori con cui lo studio creativo Basile Adv ha rappresentato il vino Taurasi Docg Confini 2015 per Cantina Camusi di Montemarano.

Un’etichetta che sembra un ricamo barocco e racconta la storia di un incontro di terre e vigneti su cui rose, papaveri e biancospini richiamano a sé un naming evocativo, che unisce tradizione e amore per la campagna avellinese ed esprime la forte identità dell’azienda, accendendo di emozione l’immaginazione. Fra spirali dorate, tocchi di colore e la citazione a un prezioso savoir-faire tutto campano.

Fiori, arabeschi, volute e forme plastiche delle diciture sono qui create per suscitare stupore e meraviglia. L’incanto degli intarsi floreali, che sembrerebbero perfetti per un cuscino, con delicatezze e grazia davvero originali, è il risultato di un lavoro di sperimentazione che Andrea Basile, creative director, Giuseppe Salerno e Paco González, type designer, hanno esercitato con una libertà immaginativa e capacità applicativa che hanno raggiunto livelli eccellenti.

L’elegante etichetta Confini, realizzata su carta autoadesiva Materica Gesso UItra WS di Arconvert – Ritrama e adornata con disegni floreali e dettagli in oro a caldo, si è aggiudicata l’Etichetta di Bronzo tra i vini rossi tranquilli a denominazione d’origine e a indicazione geografica dell’annata 2017 e precedenti, al Vinitaly Design International Packaging Competition 2020.

«L’immagine che identifica questo vino – ci racconta Chiara Tomasi, Marketing&Communications Manager Prime Papers Arconvert-Ritrama – sembra un ricamo antico. Per un effetto decorativo di elegante barocco contemporaneo che ricorda i lavori di cucito di una volta: simbolo di operosità, cura dei dettagli e valore del tempo. Basile ADV è riuscito ad esprimere tutto questo e molto di più nei pochi centimetri dell’etichetta, scegliendo una carta che sposa perfettamente il concetto di cura artigianale».

«L’etichetta Confini – racconta Andrea Basile – fonde un tributo alla terra d’Irpinia con l’estro di forme ipnotiche e coloratissime che uniscono il marchio al vino, in un packaging che con le sue stravaganze grafiche mette a disposizione ispirazioni così originali da suscitare un naturale entusiasmo per tradizione, qualità del lavoro artigianale e amore per il prodotto della cantina Camusi»…

Vuoi continuare a leggere?

Se sei GIA’ abbonato accedi all’area riservata 

Se NON sei abbonato vai alla pagina degli abbonamenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here