Impianto antisismico per Amorim Cork Italia

Amorim Cork ItaliaLImportante intervento di adeguamento antisismico per lo stabilimento Amorim di Conegliano. La struttura, costruita nel 2001, non disponeva infatti di connessioni tra gli elementi strutturali poichè l’area all’epoca non era considerata a rischio sismico. La zona è stata però classificata di recente come “zona sismica di 2° categoria”, ovvero categoria con accelerazioni al suolo che possono raggiungere e superare quelle che hanno colpito l’Emilia Romagna nel terremoto del 2012 dove hanno perso la vita 27 persone, la maggior parte delle quali dipendenti di aziende distrutte crollate durante le scosse.

Per mettere in sicurezza l’edificio e risolvere questa deficienza strutturale, Amorim Cork Italia ha installato dei dispositivi di connessione SicurLink sia per il collegamento delle travi ai pilastri che per il collegamento dei tegoli alle travi.

 

«Abbiamo ritenuto di primaria importanza – spiega Carlos Santos, ad Amorim Cork Italia – nel momento in cui operavamo nella riorganizzazione del layout aziendale per renderlo più efficiente e mentre mettevamo in atto delle azioni volte a ridurre l’impatto fisico di alcune operazioni sui nostri dipendenti, preoccuparci di metterli in assoluta sicurezza anche rispetto al rischio sismico che coinvolge l’area territoriale in cui è stata costruita la sede aziendale. Questo è un intervento che esprime una visione di lungo termine e rappresenta il modo in cui è possibile per un’azienda mettere in pratica il concetto di sostenibilità aziendale: per Amorim non solo la natura è al primo posto ma lo sono soprattutto le persone».

L’intervento è di particolare importanza in quanto si tratta della prima impresa del territorio ad aver adottato un sistema antisismico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here