Asolo Prosecco Superiore Extra Dry DOCG diventa Aso e cambia veste

Nuovo nome e nuova veste grafica per l’Asolo Prosecco Superiore Docg, che da oggi sarà semplicemente “ASO”. Un nome essenziale, proprio come la composizione di questo vino: uva Glera al 100%, coltivata in una zona particolarmente vocata alla coltura di questo antico e nobile vitigno.

Aso Val D'OcaUn nuovo naming, che meglio sintetizza l’essenza di questo spumante extra dry, prodotto con uve coltivate e vendemmiate a mano sulle colline asolane,  da vigne sopra i 200 metri s.l.m. a sud dei monti Grappa e Tomba. La spumantizzazione avviene secondo il metodo Martinotti, solo dopo una selezione accurata della qualità dei grappoli.

Nuova anche l’etichetta, anch’essa pulita ed essenziale, che dal più classico nero passa a un verde brillante e fortemente distintivo, ispirato alle rigogliose zone collinari che circondano la rocca asolana. Qui il terreno è di medio impasto, con prevalenza argillosa e leggermente alcalino, l’ambiente è ventilato e interessato da escursioni termiche: sono proprio queste peculiarità che determinano il colore e le note olfattive intense di questo vino.

Una volta versato nel bicchiere, ASO Asolo Prosecco Superiore Extra Dry D.O.C.G. presenta una colorazione giallo paglierino, il perlage è finissimo e persistente. Si tratta di uno spumante con una gradazione alcolica di 11 % Vol ed è caratterizzato da aromi fruttati, netti sentori di mela Golden, fiori d’acacia e biancospino. Buona la struttura, che conferma la particolarità propria conferita dal terreno argilloso. Ottimo come aperitivo da servire fresco, a circa 6-8°C.

Rimane dunque invariata la qualità del prodotto, il cui metodo di produzione coniuga  la più avanzata tecnologia in cantina con l’antico sapere dei vignaioli: un legame con la tradizione che da sempre distingue il Gruppo Cantina Produt­tori di Valdobbiade­ne Val D’Oca.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here