Tiziana Albanese, direttore technical and production Gruppo Sanpellegrino: “La mia filosofia? Far vincere il business”

È un ingegnere, ha 46 anni ed è la prima donna nella storia di Sanpellegrino ad avere la responsabilità di tutti i sette siti produttivi del Gruppo, all’interno dei quali vengono imbottigliate le acque minerali S.Pellegrino, Levissima, Acqua Panna, Nestlé Vera, bibite e aperitivi. Tiziana Albanese è, anche a suo dire, una persona determinata e appassionata, sia nella vita lavorativa che in quella privata. Dopo una laurea in Ingegneria Chimica presso l’Università di Padova, ha conseguito un Master in Business Administration presso la SDA Bocconi di Milano. I molteplici ruoli ricoperti negli anni e un background ricco di esperienze anche diverse tra loro, ma complementari, costituiscono il punto di forza di questa giovane manager.

Tiziana Albanese
Tiziana Albanese

Cosa la entusiasma e la interessa maggiormente?

Il lavoro di squadra. Riuscire a far emergere il talento attraverso una buona organizzazione del lavoro.

Prima del Gruppo Sanpellegrino per quali realtà ha lavorato?

Ho iniziato la mia carriera lavorativa in Ausimont, società del Gruppo Montedison, e successivamente sono passata in Bain & Company, prima di entrare, nel 2006, nel Gruppo Nestlé. Sono state esperienze lavorative fondamentali per sperimentarmi, prima come giovane ingegnere nella progettazione di impianti e poi nella consulenza strategica, in un contesto completamente diverso. Ho lavorato anche in Svizzera, presso l’headquarter di Nestlé a Vevey, come Head of Factory Organisation Development.

Ci descrive nel dettaglio i ruoli che ha ricoperto e i compiti che hanno caratterizzato la sua attività all’interno del Gruppo Sanpellegrino in questi anni?

Ho iniziato a lavorare per il Gruppo Nestlé nel 2006 come Industrial Performance Manager, ruolo in cui ho curato i progetti di miglioramento operativo dei siti produttivi del Gruppo Sanpellegrino fino al 2011, anno in cui sono diventata Direttore dello stabilimento Levissima a Cepina Valdisotto (SO). Successivamente ho gestito, in qualità di Direttore, il sito produttivo di Ruspino, a San Pellegrino Terme (BG), dove viene imbottigliata la celebre acqua minerale S.Pellegrino, per finire, quest’anno, col ricoprire il ruolo di Direttore Technical and Production degli stabilimenti del Gruppo. All’interno del Gruppo Nestlé posso dire di aver maturato una consolidata esperienza nel campo della pianificazione e dell’ottimizzazione delle strutture di fabbrica.

Quali sono state le sfide più appassionanti che hanno contraddistinto il suo percorso lavorativo?

Entrambe le mie esperienze come Direttore di Stabilimento mi hanno dato la possibilità di misurarmi con la gestione di fabbriche via via più complesse e con l’operatività quotidiana sulle linee di produzione. Più recentemente, il lavoro nella sede centrale di Vevey è stato importante per capire al meglio la pressione competitiva che la nostra azienda deve gestire e per sviluppare il mio orientamento strategico.

Oggi ricopre la carica di Direttore Technical and Production di tutti gli stabilimenti del Gruppo. Era un ruolo a cui ambiva?

Quando è avvenuta la nomina ho provato una grande soddisfazione. Sono onorata per la fiducia che il Gruppo ha riposto in me e non vedo loro di contribuire al suo successo, nel mio nuovo ruolo.

Quali sono le sue mansioni principali?

In qualità di Direttore Tecnico ho il compito di sviluppare industrialmente i nuovi lanci prodotto, migliorare l’efficienza e incrementare la capacità produttiva degli stabilimenti, ottimizzando la qualità del nostro prodotto e la sicurezza delle nostre attività e sostenendo la crescita del Gruppo attraverso una struttura industriale competitiva, rispettosa dell’ambiente e impegnata a creare valore condiviso nelle comunità in cui opera.

Vuoi continuare a leggere?

Se sei GIA’ abbonato accedi all’area riservata 

Se NON sei abbonato vai alla pagina degli abbonamenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here