Quali sanzioni per le infrazioni sull’etichettatura?

Con il decreto legislativo 15 dicembre 2017, n. 231 (pubblicato in Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana, n. 32, dell’8 febbraio 2018) entrato in vigore il 9 maggio 2018, il legislatore italiano ha emanato l’attesa normativa sanzionatoria ad hoc per chi viola le regole sull’etichettatura stabilite dalle norme comunitarie entrate in vigore nel 2011, ma applicabili in gran parte solo dal 13 dicembre 2014. La lunga latitanza aveva creato notevoli incertezze sul piano sanzionatorio in Italia. Con il nuovo testo, non tutti i dubbi sono stati superati e alcune soluzioni (per tutte si veda la scelta dell’Ispettorato Centrale dell’ICQRF come autorità sanzionatoria) daranno luogo a prevedibili questioni giuridiche, anche di rilevanza costituzionale. Eppure, con l’avvento del nuovo decreto l.vo 231/2017, almeno non ci si dovrà più cimentare con le “sanzioni fantasma” dell’ormai abrogato decreto l.vo n. 109/1992.

Vista la rilevanza del tema, la rivista Il Latte propone la monografia “Le sanzioni per le infrazioni sull’etichettatura” che riporta il commento degli avvocati Carlo e Corinna Correra al DL n. 231 del 15/12/2017.

Scarica la tua copia omaggio della monografia e potrai:

  • capire la normativa sanzionatoria per chi viola le regole sull’etichettatura stabilite dal reg. (UE) n. 1169/2011;
  • inquadrare la portata amministrativa o penale di un’infrazione;
  • conoscere le autorità competenti all’irrogazione delle sanzioni e le procedure seguite nonché gli esoneri;
  • avere chiarimenti in merito alla scadenza delle tipologie di latte disciplinate dalla legge 169/1989;
  • comprendere le implicazioni della “clausola di riserva penale”.

Clicca qui per scaricare la tua COPIA OMAGGIO della monografia “LE SANZIONI PER LE INFRAZIONI SULL’ETICHETTATURA”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here