Sanpellegrino migliora le performance, l’igiene e la capacità produttiva dei suoi impianti

Sidel ha consegnato allo stabilimento Sanpellegrino di Ruspino, in Italia, due Sidel Matrix™ Combi destinati a incrementare la capacità produttiva.

L’esigenza di aumentare la produzione presso lo stabilimento Sanpellegrino di Ruspino è collegata alla crescita della domanda globale sia nei confronti delle acque minerali frizzanti che dei prodotti di qualità superiore. Promossa come la “migliore acqua minerale naturale frizzante” e scelta dai più grandi chef ed intenditori di tutto il mondo, l’acqua minerale S. Pellegrino – parte del gruppo Nestlé Waters – è rinomata sulle tavole gastronomiche di tutto il mondo per la sua qualità e viene consumata sia presso i ristoranti più eleganti che a domicilio.

Sidel è partner di Nestlé Waters da oltre 50 anni, un rapporto che ha dato vita a molti sviluppi significativi nel settore delle bevande. Salvatore Sbriglione, Direttore di stabilimento presso Sanpellegrino, spiega: «Desideravamo aumentare la produttività nei diversi formati che produciamo a Ruspino. La linea dedicata ai formati più grandi – 750 ml, 1000 ml e 1250 ml – era progettata per raggiungere cadenze di 36.000 bottiglie all’ora, mentre quella utilizzata per produrre le bottiglie da mezzo litro era destinata ad aumentare la cadenza fino a 54.000 bottiglie all’ora. Attribuendo il contratto a Sidel per il miglioramento delle nostre linee PET esistenti e per aumentare le cadenze e velocità di produzione, abbiamo considerato chiaramente i rapporti instaurati da tempo tra Nestlé Waters, il gruppo di cui facciamo parte, e questo fornitore. Tuttavia, quel che ci ha maggiormente convinti sono stati gli elevati standard di igiene offerti dalla soluzione Sidel, ma anche la condivisione della stessa preoccupazione assoluta per la qualità del prodotto e del processo produttivo».

La soluzione di soffiaggio, riempimento e tappatura in un sistema sicuro e integrato

Poiché Sanpellegrino desiderava migliorare le prestazioni e la produttività senza alcun compromesso sulla sicurezza alimentare, la scelta si è spontaneamente orientata verso la soluzione Sidel Matrix Combi. Grazie all’unione dei processi di soffiaggio, riempimento e tappatura in un solo sistema, questa soluzione compatta riduce i costi operativi e occupa fino al 30% di superficie in meno in reparto rispetto alle tradizionali macchine indipendenti. Integrando i diversi tipi di macchine e fasi produttive in un unico sistema, eliminando il trasporto, la manipolazione, l’accumulo e lo stoccaggio delle bottiglie vuote, l’efficienza della linea risulta nettamente migliorata a fronte di un TCO (Total Cost of Ownership) inferiore. Inoltre, utilizzando meno componenti, Sidel Matrix Combi offre livelli di efficienza superiori del 2-4% rispetto alle singole macchine, cambi formato più rapidi, consumi energetici inferiori e una riduzione dei costi operativi pari all’8-12% come conseguenza del risparmio sulla manodopera, le materie prime e i pezzi di ricambio.

Grazie alla manipolazione delle bottiglie dal collo nelle ultime fasi del processo produttivo, e all’eliminazione del trasporto intermedio, offre anche una maggiore flessibilità in termini di forme e notevoli opportunità di alleggerimento dei formati. Dotata di un aspetto e di una mano unica, la versione PET della bottiglia S. Pellegrino è stata ideata e progettata per essere utilizzata a casa e in viaggio. È realizzata nella stessa forma Vichy, affinché l’effervescenza e il perlage che caratterizzano lo stile inconfondibile di quest’acqua minerale siano immediatamente riconoscibili.

Andrea Lupi, Direttore Key Account Globali presso Sidel, commenta: «Entrambi i Sidel Matrix Combi installati presso lo stabilimento di Ruspino presentano la configurazione Blendfill sviluppata da Sidel che combina il carbonatore e la riempitrice in un solo sistema per un’acqua minerale frizzante di eccellente qualità. Questa soluzione contribuisce a ridurre ulteriormente il consumo di CO2 a fronte di una minore impronta ambientale».

I Combi forniti allo stabilimento di Ruspino sono dotati della riempitrice SF300 FM di Sidel, che garantisce un rigoroso livello di igiene grazie a una cabina di produzione compatta, nonché cambi formato totalmente automatici attraverso l’interfaccia uomo-macchina (HMI), disponibilità ottimale e massima produttività. Questa soluzione consente la riduzione dell’uso di CO2 e grazie all’impiego di servomotori riduce al minimo il consumo di energia elettrica. È garantita la massima precisione di riempimento, grazie ai flussimetri magnetici e all’assenza di movimento verticale delle bottiglie. Ciò consente una manipolazione più fluida, la riduzione della schiuma e nessun ingorgo lungo la linea. Inoltre, la cabina ridotta della riempitrice garantisce un utilizzo minimo dell’acqua e delle sostanze chimiche durante la pulizia esterna.

Prestazioni comprovate ed eccellente gestione del progetto

Nel corso del progetto Sanpellegrino, la comunicazione tra i team di installazione di entrambe le parti è stata regolare ed efficiente e l’approccio proattivo di Sidel ha favorito una tempestiva consulenza da parte dei nostri esperti, particolarmente apprezzata dal cliente, allo scopo di facilitare l’installazione del nuovo impianto. «L’installazione dei due Sidel Matrix Combi è stata eseguita senza alcun impatto sulla pianificazione della produzione – continua Sbriglione -. Siamo ugualmente fiduciosi che la nostra collaborazione con Sidel garantirà il rapido raggiungimento dei nostri obiettivi di efficienza elevati e, grazie al costante supporto della società, li manterremo e certamente li miglioreremo in futuro».

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here