Itala Pilsen, un anno da record per la birra dei padovani

Quasi 406.000 bottiglie e 824.000 boccali da 0,4 cl venduti. E’ stato un anno da record per la birra dei padovani. A dodici mesi dal rilancio dello storico marchio nato nel 1919, i risultati di Itala Pilsen sono andati ben oltre le aspettative del giugno 2016, quando nello stabilimento di Via Prima Strada a Padova è ripresa la produzione della birra che il suo fondatore, Arrigo Olivieri, dedicò all’amore della sua vita: la moglie Italia.
«Un anno fa – ha detto Daniel Grass, Direttore Marketing Birra Peroni, che tra i suoi marchi annovera proprio Itala Pilsen – abbiamo salutato il ritorno di questo storico marchio dicendo «Guarda chi si ribeve». Oggi, ad un anno esatto dal rilancio, possiamo dire che quel claim è stato davvero di ottimo auspicio. I risultati raggiunti sono andati oltre ogni attesa. Tutto questo è stato possibile grazie a Padova, ai padovani e agli oltre 1.000 punti vendita che hanno creduto in questo brand. Itala Pilsen nasce da una grande storia d’amore e il riavvio della produzione nella fabbrica di Padova e i risultati raggiunti in questi dodici mesi dimostrano che l’amore dei padovani, e di tutti i veneti, nei confronti di questa birra è più vivo che mai e si è alimentato sorso dopo sorso, bottiglia dopo bottiglia».
E adesso, dal Triveneto, Itala Pilsen guarda anche alle altre regioni italiane, lì dove in passato era conosciuta e amata, specie negli anni ’60 quando l’azienda di Arrigo Olivieri divenne il quarto produttore italiano di birra. In occasione della stagione estiva infatti – e in parallelo con l’estensione della distribuzione che quest’anno arriverà a toccare anche la Toscana – è partito l’Itala Pilsen Fresh Delivery Tour: un giro delle regioni in cui Itala Pilsen è e sarà presente all’insegna della freschezza e con modalità di consegna dal dolce sapore amarcord. «La principale caratteristica di Itala Pilsen – aggiunge Francesco Affinito, Brand Manager Itala Pilsen – è la non pastorizzazione, un processo produttivo che la rende sempre fresca come appena spillata in birrificio. Ed è proprio dal birrificio che il fresh delivery tour ha preso il via per raggiungere le città di Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto, Perugia e Bologna dove la birra sarà consegnata freschissima in bici e su un van d’epoca, proprio come avveniva negli anni della produzione in Piazza Insurrezione. E l’iniziativa sarà replicata anche in Veneto in occasione del Beer On di Verona e del Future Vintage Festival a Padova».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here