Con BBTech Lab il meglio della ricerca con i laboratori a cura del Cerb di Perugia e dell’Università di Udine

Un’intera area dedicata alle tecnologie per birre e bevande completa quest’anno il format di Beer Attraction, l’appuntamento fieristico in programma a IEG – Fiera di Rimini da sabato 18 a martedì 21 febbraio. Già presente nel 2016, nel 2017 la sezione tech cresce ancora e si evolve in BB Tech Expo Beers&Beverage Technologies. Al suo interno vedrà i maggiori marchi europei del settore processing and packaging. Con una novità assoluta: la nuova area BBTech Lab, dedicata a seminari e approfondimenti sui temi degli impianti, delle materie prime e dell’innovazione, che sarà attiva per tutti e quattro i giorni. Un’area che offrirà importanti momenti formativi, grazie alla collaborazione di esperti del settore e al coinvolgimento di importanti istituzioni quali il Centro di Eccellenza per la Ricerca sulla Birra (Cerb) e il Dipartimento di Scienze Agro Alimentari, Ambientali e Animali dell’Università degli studi di Udine.

“La maltazione dei cereali alternativi per il processo di produzione della birra” è il titolo del focus proposto dal Cerb nel pomeriggio di sabato 18 febbraio. Un approfondimento sulle attività di ricerca riguardanti la maltazione del riso e del farro e i principali risultati ottenuti, cui seguirà, domenica 19 febbraio, sempre a cura del Cerb, un momento formativo dedicato alle più comuni problematiche che possono originarsi nel processo di produzione della birra. A Beer Attraction verrà inoltre lanciata la “sfida del luppolo”, ovvero “Luppolo Made in Italy”, un progetto di filiera che coinvolge una rete di imprese e sul quale interverrà, tra gli altri, anche il Presidente della Commissione Agricoltura Camera dei Deputati onorevole Luca Sani. Sempre in tema di luppolo tricolore, sabato alle 17 è previsto il convegno sui “Luppoli d’Italia”, curato dal giornalista e agronomo Eugenio Pellicciari (Italian Hops Company) con il Beer Taster Riccardo Grana Castagnetti.

“La micromalteria: l’anello mancante dal campo al boccale” è invece il titolo dell’appuntamento a cura del Dipartimento di Scienze Agro Alimentari, Ambientali e Animali dell’Università degli studi di Udine, ulteriore contributo alla produzione delle birre artigianali attraverso l’utilizzo di cereali del territorio.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here