Nasce la prima vetrina mondiale del vino e del beverage

«I settori del vino e del beverage mondiale avranno da quest’anno per la prima volta un’unica grande vetrina internazionale dedicata all’esposizione di macchinari, attrezzature, prodotti e soluzioni per la produzione, l’imbottigliamento e il confezionamento. Gli eventi fieristici leader internazionali di settore, per l’enologia SIMEI – e per l’industria del beverage e del liquid food – DRINKTEC –  lavoreranno in sinergia grazie ad un accordo di partnership strategica ad ampio respiro che nel 2019 riporterà in Italia SIMEI insieme a DRINKTEC, dopo questa esperienza a Monaco. E così gli operatori e gli imprenditori del vino e del beverage avranno la possibilità di incontrare e conoscere le ultime frontiere dell’innovazione, in un comparto industriale estremamente dinamico e competitivo».

Così Paolo Castelletti, Segretario Generale di Unione Italiana Vini (UIV), è intervenuto oggi Insieme a Petra Westphal – Exhibition Group Director di Messe München – e Davide Galli – Direttore Generale di Monacofiere, durante la presentazione della 27esima edizione di SIMEI, la più importante fiera internazionale delle tecnologie per enologia e imbottigliamento, che si svolgerà dall’11 al 15 settembre 2017 a Monaco di Baviera, in concomitanza con drinktec, fiera leader del liquid food e beverage.

Paolo Castelletti_Segretario Generale UIV_Petra Westphal_ Exhibition Group Director di Messe München

«Con la cooperazione tra SIMEI e DRINKTEC – aggiunge Petra Westphal, Exhibition Group Director di Messe München – il mondo del beverage ha a disposizione una grande piattaforma internazionale  estesa,  grazie alla competenza di  SIMEI, anche al settore delle tecnologie per la produzione enologica, che garantirà a partecipanti, espositori e  visitatori, un’occasione unica di conoscenza, approfondimento e scambio su tutti i settori del comparto. Desideriamo ringraziare UIV per la fiducia, il lavoro e l’entusiasmo riposti in questo progetto comune che inizia nel 2017  a Monaco  e nella partnership con Messe München».

«Questo accordo tra Unione Italiana Vini e Fiera di Monaco – ha concluso Castelletti – è un progetto concreto di internazionalizzazione e nasce dall’esigenza di offrire vantaggi reciproci agli espositori e ai visitatori delle due rispettive realtà, SIMEI e DRINKTEC, creando una proposta di sicuro interesse. Gli operatori abituali di SIMEI avranno a disposizione un nuovo polo d’attrazione per esplorare mercati diversi e altri settori del beverage, raggiungendo visitatori e buyers trasversali; il pubblico e gli operatori di DRINKTEC potranno conoscere da vicino i nostri operatori che, da sempre, si sono distinti come nessun altro nell’ambito delle tecnologie dedicate alla filiera vitivinicola, settore dove l’Italia è il primo produttore mondiale».

SIMEI realizzerà un polo esclusivo e specializzato del settore enologico esteso su oltre 20mila metri quadrati: come da tradizione raccoglierà i migliori operatori di tecnologie per il comparto enologico che metteranno in mostra macchine e attrezzature per la produzione, il condizionamento, lo stoccaggio, l’imbottigliamento e il packaging, passando dalla logistica a arrivando fino ai servizi. Numerose le attività in programma durante questa 27esima edizione. In particolare, l’Innovation Challenge presenterà le soluzioni più innovative e pionieristiche in mostra al Simei premiando quelle che si riveleranno più efficaci nel modernizzare il processo produttivo del vino. Sono previsti momenti di confronto e workshop che faranno dialogare i rappresentanti dell’industria, il mondo accademico e le istituzioni internazionali come il CEEV (Comité Européen des enterprises vins), l’OIV (Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino), il CERVIM (Centro di Ricerca, Studi e Valorizzazione per la Viticoltura di Montagna), la Stazione Sperimentale del Vetro, la Confederazione Europea del Sughero, sulle tematiche più significative del comparto e su uno dei temi prioritari di questa edizione: la sostenibilità. Non mancherà, inoltre, uno spazio dedicato all’educazione a un consumo responsabile e moderato di vino grazie al Sensory Bar, l’iniziativa firmata Unione Italiana Vini che, durante la manifestazione, farà conoscere ai visitatori una pregiata selezione di vini e prodotti gastronomici italiani attraverso degustazioni guidate e sessioni formative di analisi sensoriale.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here