Soluzioni per l’etichettatura di bottiglie di birra

L’etichettatura in autoadesivo si presta alla decorazione primaria di bottiglie di birra, ma anche all’aggiunta di informazioni supplementari integrative su bottiglie già etichettate ed esportate in paesi che le richiedano.

FIGURA-1Un sistema basato su un’etichettatrice lineare ALline C di ALTECH, per esempio, è concepito per l’applicazione dell’etichetta di corpo (con stampa lotto e scadenza ) e collarino sul collo della bottiglia, a circa 3000 bottiglie/ora. Il sistema è dotato di due testate etichettatrici ALstep. Le etichette vengono inizialmente applicate a bandiera, prima il corpo poi il collare. Un contro-tappeto sincronizzato con il convogliatore mantiene le bottiglie stabilizzate durante questa fase, in modo da garantire la massima precisione di applicazione. Successivamente, un dispositivo di rotolamento dotato anche di spazzole completa l’applicazione adattando le etichette sul corpo e sul collo conico della bottiglia, con il risultato finale è che esse si presentano correttamente allineate l’una con l’altra. Una stampante SATO a trasferimento termico è integrata nella testata applicatrice.

In un’altra soluzione realizzata per un’importante azienda del Nord-Europa la macchina provvede all’applicazione di etichette su bottiglie di birra che necessitano l’aggiunta di informazioni ulteriori. La macchina è stata posizionata direttamente su una linea di confezionamento esistente, alimentata da tavole rotanti. Il sistema di etichettatura provvede al distanziamento e all’orientamento delle bottiglie, nonché all’applicazione delle etichette in fase con le etichette già presenti, in modo da non coprirle Tutto questo ad oltre 50 bottiglie minuto. L’etichettatrice consiste in un sistema lineare ALline C, dotato di distanziatore a doppia cinghia e di un gruppo di messa in fase a tre rulli. Il sensore che permette di identificare la posizione delle altre etichette è uno scanner ad alta velocità, che legge il barcode già presente sulla bottiglia e fornisce un segnale alla testata applicatrice ALritma. La meccanica robusta, e la logica ottimizzata del dispositivo a tre rulli, hanno consentito di raggiungere prestazioni molto elevate, mantenendo un’ottima precisione di posizionamento e affidabilità di funzionamento.FIGURA-2

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here