PET Engineering evolve la propria Corporate Identity

PET Engineering, società di progettazione protagonista a livello internazionale nel design e nell’industrializzazione di packaging in PET, dopo 30 anni di esperienza nel settore del suo fondatore e pioniere Moreno Barel, evolve la propria immagine. PET Engineering – con sedi in Italia, Russia, Cina e clienti come Pepsico, Nestlé Waters, Carlsberg, Heineken, Coca Cola, AbInbev, Ferrarelle, solo per citarne alcuni – informa che ha avviato un processo di evoluzione della propria Corporate Identity e che gradualmente, durante quest’anno, sostituirà l’attuale logo. Tra i motivi principali che hanno guidato PET Engineering nel cambiare immagine c’è la volontà di evocare i valori per cui da sempre l’azienda e il suo esclusivo know how sono riconosciuti in tutto il mondo.

Immagine CS (CMYK)PET Engineering è stata la prima organizzazione al mondo che, nella propria proposta metodologica, ha integrato il design con l’ingegnerizzazione e l’industrializzazione per lo sviluppo di packaging innovativi e fattibili. Questo importante fattore e molti altri – quali un fatturato in crescita di quasi il 20% rispetto al 2014 e i recenti riconoscimenti come l’Oscar dell’Imballaggio 2015 e il World Star Award 2016 – hanno sollecitato la necessità di rendere più tangibile l’insieme di virtù che rendono la PET Engineering una realtà unica nel suo genere. «Abbiamo deciso di investire nel rebranding perché riteniamo sia giunto per noi il momento di comunicare la nostra identità in modo più chiaro ed efficace, facendo emergere i tratti distintivi del nostro esclusivo DNA: non siamo solo progettisti di bottiglie ma veri innovatori del packaging in PET, grazie a un approccio consolidato che integra design strategico, ingegnerizzazione e ricerca», dichiara il CEO Moreno Barel. «Per lo sviluppo di questo importante progetto ci siamo affidati a Univisual, società di consulenza di Milano leader nella strategia di marca e nella progettazione di sistemi di identità, affinché ci aiutasse a concretizzare il nostro posizionamento e a formulare una strategia capace, da una parte, di organizzare l’architettura dell’offerta e, dall’altra, di tradurre in un brand la nostra visione progettuale, basata sulla centralità delle persone» continua Elisa Zanellato, Marketing Manager di PET Engineering.
Il nuovo logo, figurante una testa umana con una speciale corona composta da un’ideale rete neuronale, rappresenta una mente scientifica che vuole da un lato “sintetizzare chimicamente” l’ingegno e l’approccio creativo di PET Engineering e dall’altro evocare l’importanza che ricopre l’individuo, riferendosi sia al team di lavoro interno sia all’utente finale di ogni packaging ideato e ingegnerizzato. Il profilo umano rivolto verso destra, inoltre, descrive un’azione di pensiero che guarda avanti, con proiezione verso il futuro, esprimendo una visione dinamica orientata all’innovazione tecnologica. Nell’insieme, la composizione formale del nuovo logo ha un forte impatto emotivo, comunicando competenza, strategia, creatività specifica e orientamento al risultato.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Imbottigliamento © 2017 Tutti i diritti riservati