Analisi dei contaminanti di lavorazione in oli alimentari

Parte 1: Metodo di cromatografi a liquida-spettrometria di massa per il rilevamento diretto dei 3-monocloropropandiolo monoesteri e glicidil esteri

È stato sviluppato e validato un nuovo metodo di analisi per la rilevazione di glicidil esteri (GE) e 3-monocloropropandiolo (3 MCPD) monoesteri in oli commestibili. I composti target rappresentano due classi di contaminanti chimici potenzialmente cancerogeni che si formano durante la lavorazione degli oli alimentari. I composti d’interesse sono stati separati dalla matrice con una procedura di estrazione in fase solida a due fasi (SPE) e analizzati per cromatografia liquida-spettrometria di massa in tandem (LC-MS/MS) con ionizzazione elettrospray (ESI).

Sono state sviluppate per la prima volta le condizioni cromatografiche ottimali per la separazione degli sn-1 e sn-2 monoesteri del 3-MCPD. Il metodo è stato validato per GE, sn-1 monoesteri 3-MCPD degli acidi laurico, miristico, linolenico, linoleico, oleico e stearico, e sn-2 monoesteri 3-MCPD degli acidi oleico e palmitico in oli di cocco, oliva e palma utilizzando una curva di calibrazione esterna. Gli intervalli medi di recupero e le deviazioni standard per i tre diversi oli e tre livelli di contaminazione sono state determinati.

Bibliografia

S. MacMahonet al., Center for Food Safety and Applied Nutrition, United States Food and Drug Administration (p. 4737-4747); Journal of agricultural and food chemistry, vol. 61, n. 20 (2013)

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here