Sviluppo e validazione di un metodo HPLC per la determinazione del diacetile nella birra

Birra

Il diacetile è un naturale sottoprodotto di fermentazione causa di aroma indesiderato nella birra. Il lavoro propone lo sviluppo di un nuovo metodo HPLC per la determinazione della sua concentrazione in campioni di birra basato sulla reazione di derivatizzazione del diacetile con 4-nitro-o-fenilendiammina (NPDA). I risultati hanno evidenziato un coefficiente di correlazione di 0,9992 nell’intervallo 0,0050-10,0 mg/l e un limite di rilevamento di 0,0008 mg/l per un rapporto segnale-rumore di fondo di 3. L’applicabilità del metodo, valutata nell’analisi di una serie di campioni di birra, ha fornito un recupero del 94,0-99,0% con una deviazione standard di 1,20-3,10%, rilevando nei campioni esaminati concentrazioni di diacetile comprese tra 0,034 e 0,110 mg/l. Nel complesso il metodo ha presentato un’efficiente separazione cromatografica, eccellente linearità e buona ripetibilità risultando idoneo alla quantificazione del diacetile nei campioni di birra.

Bibliografia

P. Li et al., China Agricultural Univ. e South China Agricultural Univ. (p. 3013-3019) Journal of the science of food and agriculture, vol. 92, n. 9 (2012)

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Imbottigliamento © 2017 Tutti i diritti riservati