Studi scientifici

Effetti delle cultivar e della posizione su qualità, contenuto fenolico e attività antiossidante di oli extravergini

Sono stati studiati gli effetti di genotipo e posizione sulla qualità di olio d’oliva da cv. Coratina, Nocellara, Ogliarola e Peranzana, raccolte in quattro punti della regione Puglia (Italia). Gli oli sono stati analizzati per acidità, numero di perossidi, indici spettrofotometrici, contenuto fenolico totale, profilo fenolico e attività antiossidante. I risultati ottenuti per perossidi, indici spettrofotometrici, contenuto e profilo fenolico e attività antiossidante hanno evidenziato grande variabilità tra le cultivar coltivate nella stessa posizione e anche tra gli oli prodotti con olive della stessa cultivar, ma cresciuti in luoghi diversi. Nessuna differenza significativa è stata trovata, per ciascuna cultivar, tra le zone di coltivazione in termini di acidità e AK mentre i valori in perossidi, K232 e K270 sono risultati differire significativamente tra le posizione per le cv Ogliarola e Peranzana. Rispetto al contenuto fenolico della cv.Ogliarola, non sono state evidenziate differenze tra le posizioni, mentre il contenuto fenolico della cv. Peranzana è risultato significativamente modificato dal luogo di coltivazione. Sulla base dei risultati ottenuti, l’analisi statistica multivariata non ha consentito la classificazione in gruppi omogenei né degli oli appartenenti alla stessa cultivar né di quelli ottenuti dalle olive raccolte nella stessa posizione.

 Bibliografia

A. Baiano e al ., Univ. degli Studi di Bari (p. 103-111); Journal of the American oil chemists’ society, vol. 90, n. 1 (2013)

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Imbottigliamento © 2017 Tutti i diritti riservati