drinktec sbarca in Africa

La nuova manifestazione “food & drink technology Africa” debutta il 18-19 marzo 2014 a Johannesburg. La prima edizione di “food & drink technology Africa” (fdt Africa) avrà luogo nel Gallagher Convention Center, organizzata da Messe München International (MMI) e dalla consociata MMI Africa con sede a Johannesburg. Il salone avrà il patrocinio della divisione “Macchine per alimenti e confezionamento” della VDMA, l’associazione dei costruttori tedeschi di macchine e impianti. Avrà cadenza biennale e verrà lanciata con la formula della mostra-congresso, già ampiamente collaudata con altri eventi, fra cui drink technology India (dti), in calendario a Mumbai dal 2007. La merceologia di fdt, come dice il nome del salone, comprenderà oltre alle tecnologie per le bevande anche quelle per l’industria alimentare in generale. Gli espositori di fdt Africa porteranno quindi a Johannesburg anche le loro soluzioni per l’industria alimentare e l’imballaggio. La rassegna espositiva di fdt Africa sarà accompagnata e arricchita dallo scambio di know-how, attività di networking e formazione. L’evento richiamerà da tutto il mondo produttori di macchine per alimentari, tecnologie per le bevande e impianti di confezionamento, che esporranno accanto ad aziende regionali, principalmente attive in Sudafrica, che producono alimenti, liquid food e bevande. Il programma di conferenze è finalizzato anche alla formazione e all’aggiornamento professionale e, come nel caso di dti in India, sarà mirato alle esigenze specifiche del mercato sudafricano. Al centro dell’interesse ci saranno le tecnologie per la produzione e il confezionamento sicuri, igienici ed efficienti di alimenti e bevande, oltre agli sviluppi e ai trend più recenti della filiera: dalla gestione delle materie prime alla lavorazione, dal riempimento all’imballaggio, fino alla logistica. Il programma convegnistico sarà completato da una serie di simposi.

Il direttore del salone: “drinktec si consolida con fdt Africa”

Dopo drink technology India (dti) a Mumbai e ChinaBrew & ChinaBeverage (CBB) a Pechino, co-organizzate da Messe München, “food & drink technology Africa” (fdt Africa) è la terza “emanazione” internazionale del salone internazionale drinktec a Monaco di Baviera. La strategia di presentarsi direttamente sui mercati più importanti si è dimostrata vincente, secondo il Dott. Reinhard Pfeiffer, direttore generale di Messe München: “La fiera principale a Monaco di Baviera ne esce rafforzata. L’esperienza dimostra che esposizioni e congressi all’estero hanno sempre ricadute positive sulle manifestazioni a Monaco di Baviera. In questa fase è utile e necessario ampliare l’offerta di drinktec verso l’Africa, includendo nell’offerta merceologica l’industria alimentare. L’Africa è un mercato del futuro, un continente con un potenziale di crescita incalcolabile.”

Prestazioni elevate per maggiore competitività

Con il nuovo progetto in Africa, Messe München risponde a richieste specifiche ed esplicite del settore. Nella primavera del 2014 molti espositori di drinktec a Monaco di Baviera si presenteranno a Johannesburg. Volker Kronseder, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Krones AG e Presidente del Comitato degli Espositori di drinktec, vede in Africa un fabbisogno elevato e crescente di alimenti e bevande: “L’Africa è in ascesa. Oggi nel continente vivono più di un miliardo di persone. Entro la fine del secolo, la popolazione dell’Africa raggiungerà prevedibilmente i 3,6 miliardi, sarà cioè più che triplicata. Bevande e alimenti vengono prodotti e consumati in Africa; per questo servono impianti tecnicamente solidi, affidabili e con prestazioni elevate. Noi li possiamo fornire, pertanto è importante avere l’occasione di presentare le nostre tecnologie a food & drink technology Africa nel 2014.”

VDMA: un grande potenziale da sfruttare

Richard Clemens, direttore generale della divisione “Macchine per alimenti e confezionamento” della VDMA, vede un grande potenziale in quest’area geografica: “I Paesi del sud dell’Africa sono diventati un interessante mercato di sbocco. In Sudafrica, ad esempio, con oltre 50 milioni di abitanti, il mercato della birra cresce a ritmi dell’otto percento ogni anno. Per quanto riguarda gli alimentari, entro il 2017 si prevede un incremento annuo del tre percento circa. Altrettanto alta è la domanda di apparecchiature moderne e tecnologie avanzate per la produzione e il confezionamento di bevande e alimenti. I produttori tedeschi di queste macchine vogliono presentare la loro offerta di tecnologie e servizi in quest’area, trasmettendo il messaggio che solo macchine con prestazioni elevate possono coprire il fabbisogno crescente di alimenti e bevande sicuri e di qualità. A nostro avviso la combinazione di fiera e convegno è quindi la formula giusta.”

Africa del sud: si allarga il ceto medio e cresce il reddito

Nei Paesi dell’Africa meridionale vivono circa 130 milioni di persone, con un’età media che va dai 17 anni dello Zambia ai 25 del Sudafrica. Come in molte altre regioni, anche qui le popolazioni tendono a concentrarsi nelle città, con una conseguente modificazione delle abitudini di consumo e alimentazione e un adattamento agli standard occidentali. L’ampliamento del ceto medio e l’incremento del reddito contribuiranno all’aumento della spesa per alimentari e bevande nei prossimi anni, laddove la domanda si indirizzerà naturalmente verso prodotti più pregiati. Secondo le ricerche di mercato, nei Paesi dell’Africa meridionale, nel periodo 2012-2016, la spesa pro-capite per alimenti (in valuta locale) aumenterà mediamente fra il 9 e il 14 percento ogni anno. Anche la domanda di birra, bibite e acqua in bottiglia crescerà costantemente nei prossimi anni. Molti Paesi hanno grandi potenzialità nell’agricoltura e nei prossimi anni intendono sfruttare appieno la loro produzione agricola, aumentando soprattutto le lavorazioni a valore aggiunto. In questo modo, da un lato si garantisce l’indipendenza dalle importazioni e dall’altro si possono esportare i prodotti fabbricati in patria… attività per la quale servono moderni impianti di lavorazione e confezionamento.

Sudafrica: la porta per l’Africa meridionale

Il Sudafrica è sempre più la porta d’ingresso ai mercati dell’Africa meridionale. Nel 2012 sono state commercializzate 5,2 milioni di tonnellate di alimenti lavorati e confezionati in Sudafrica. I settori principali sono l’industria casearia e la panificazione, oltre agli alimenti essiccati e lavorati. Per il periodo fra il 2012 e il 2017, gli analisti prevedono una crescita annua media di quasi il tre percento. Molti alimenti e bevande prodotti in Sudafrica vengono esportati nei Paesi confinanti. La domanda crescente di prodotti e bevande lavorati e confezionati si riflette nell’aumento delle importazioni di macchine alimentari e impianti per l’imballaggio da tutto il mondo. Le importazioni nel periodo 2001-2011 sono triplicate, arrivando a un valore complessivo di 480 milioni di Euro nel 2011.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here