Addio al Prosek

Salvo ripensamenti, il prossimo 1 luglio, la Croazia entrerà nella UE e dovrà quindi rinominare il Prosek, perchè il nome assomiglia troppo a quello del Prosecco italiano. Il Prosek  croato è un vino da dessert, prodotto con uve coltivate in Dalmazia, ottenuto da una lunga fermentazione dell’uva essiccata; è paragonabile ad  un passito e per  gusto e densità ricorda il vermouth o il marsala. I produttori regolarmente registrati in Croazia sono 27 ed insieme producono 1000 ettolitri anno, prevalentemente destinati alla esportazione. Il divieto di commercializzazione riguarderà l’intero mercato. Dovranno essere anche “ribattezzate” le bottiglie già etichettate. La nuova denominazione potrebbe essere Suze Dalmacije (Lacrime dalmate) o Vino dalmata (nella dicitura italiana). Insieme al Prosek scompariranno il Parmezan e lo Champagne prodotti in Croazia.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Imbottigliamento © 2017 Tutti i diritti riservati